Bentornata cara cliente: siamo qui con il nostro consueto appuntamento mensile.

Questo mese vogliamo approfondire la tematica relativa agli ingredienti contenuti all’interno dei cosmetici per guidarti verso una scelta che sia sana per la tua salute oltre che per l’ambiente.

Ci teniamo a farti comprendere quali siano i componenti da evitare affinché si diffonda sempre di più la consapevolezza sull’utilizzo di prodotti biologici, ecologici e naturali.

Questa tipologia di prodotti, infatti, oltre ad essere rispettosa dell’ambiente è anche più in simbiosi con il nostro corpo.

Ti invitiamo a fare una sorta di esperimento: prendi i vari prodotti che hai in casa come shampoo, bagnoschiuma, saponi, creme, lacche, gel capelli, cristalli liquidi per capelli, insomma prodotti di varie categorie.

Verifica tu stessa se nei prodotti sono presenti le sostanze nocive che noi qui di seguito ti elenchiamo!

Molto probabilmente sì! 🙂

Forse questo “test” potrebbe lasciarti perplessa ma è un passaggio necessario per raggiungere non solo una conoscenza approfondita di cosa ti spalmi addosso, ma soprattutto per capire quali sono le alternative valide a questa tipologia di prodotti.

Molti prodotti presenti nei supermercati ti avranno sicuramente soddisfatta per il loro effetto sulla pelle o perché hanno rispettato le tue aspettative.

Va detto però che (e non in tutti i casi logicamente) l’effetto finale che un cosmetico ti dà non dice nulla rispetto alla bontà dei suoi ingredienti.

O meglio, molti prodotti conferiscono un’apparente sensazione di morbidezza/benessere alla pelle o ai capelli, ma spesso sono formulate con sostanze che hanno proprio lo scopo di favorire questa sensazione e non di nutrire o apportare un reale beneficio.

A tal proposito, quindi, ci teniamo a precisare che il prodotto di bassa qualità a livello di componenti, non è necessariamente un prodotto poco costoso: molti prodotti di noti marchi contengono sostanze nocive.

Spesso queste sostanze sono di natura petrolchimica ed alla lunga possono risultare sensibilizzanti o addirittura irritanti e si avvalgono di profumazioni attraenti ricche di allergeni e dalle diciture ambigue, con il solo fine di attrarre il consumatore finale.

Di fronte a questa ambiguità, crediamo fermamente che il primo punto fondamentale sia raccogliere delle informazioni, che finora non avevi a disposizione, per avere le idee chiare ed essere pienamente informata e formata sull’argomento.

Il secondo passaggio che dovrai adottare sarà quello di non ricomprare tutti quei prodotti che al tuo test sono risultati nocivi.

Il terzo passaggio sarà l’acquisto di prodotti ecologici, biologici e naturali (fai sempre una sorta di test prima di acquistare un nuovo prodotto perché non mancano le aziende che speculano sul Bio e sul Naturale).

Solitamente una cosmesi attenta, e quindi a basso impatto sulle persone, si avvale di ingredienti di derivazione vegetale ed evita o diminuisce drasticamente l’utilizzo di quelle sostanze potenzialmente sensibilizzanti, irritanti e potenzialmente cancerogene.

Gli ingredienti vegetali, ad esempio, nutrono in profondità e non ostruiscono i pori e se provengono da colture biologiche o biodinamiche, aumentano chiaramente la validità e l’efficacia del prodotto finale.

Chiaramente l’uso di questo tipo di ingredienti aumenta il costo finale di un cosmetico: ad esempio una base lavante vegetale può arrivare a costare anche 15 volte di più di una base lavante di origine sintetica.

La stessa logica è applicabile a tutti i cosmetici/prodotti che applichi su corpo e capelli.

Vediamo ora come leggere quello che viene denominato INCI, ossia la “Nomenclatura Internazionale Ingredienti Cosmetici”, che è quella lista scritta in piccolo, posta dietro l’etichetta di un cosmetico.

Nello specifico, ti lasciamo qui di seguito una lista delle sostanze da evitare.

SODIUM LAURETH SULFATE (SLS): detergente primario economico con una forte aggressività

PROPYLPARABEN/BUTYLPARABEN: conservanti con potenziale di alterazione dell’equilibrio ormonale

METHYLPARABEN/ETHYLPARABEN: conservanti accettati solo se in bassa concentrazione

METHYLISOTHIAZOLINONE/METHYLCHLOROISOTHIAZOLINONE: sensibilizzante della pelle

PARAFFINUM LIQUIDUM/PETROLATUM: sostanze di derivazione petrolchimica

PROPYLENE GLYCOL: solvente universale di origine petrolchimica che solubilizza anche i grassi fisiologici

EDTA: agente che trattiene i metalli pesanti ed è quindi molto inquinante

Ultime precisazioni importanti:

-i prodotti non devono contenere profumi con allergeni e devono essere possibilmente testati al nichel, al cromo e al cobalto

– prezzo elevato, vendita in farmacia e dicitura “dermatologicamente testato” non sono sempre reale sinonimo di una maggiore cura nella scelta delle formulazioni.

Fai acquisti consapevoli, ama sempre te stessa e rispetta l’ambiente!

Nello scorso articolo vi abbiamo reso partecipi della nostra novità descrivendo il concetto di Bioetica e introducendo l’ Organic Style, il nostro rivoluzionario approccio nella ricerca dello stile.
Cosa si intende quindi per Stile Organico? Come si applica concretamente nel nostro lavoro?
Il nostro metodo fonda le sue radici nella nostra ammirazione per le forme e i colori che solo la natura riesce a combinare in modo così meraviglioso. Allo stesso modo noi siamo parte della natura, ragion per cui siamo, naturalmente meravigliosi!

Ogni essere umano è unico, non esiste nessun altro al mondo come lui.
Perché non dovremmo allora pensare di agire sullo stile di ogni persona in base alla propria unicità?
Attraverso esercizi per lo sviluppo della sensibilità e il profondo studio di cute e capelli, abbiamo acquisito la capacità di percepire lo stato emotivo e i desideri del cliente e le competenze per analizzarne le peculiarità estetiche e creare armonia tra di esse. Agire sull’unicità di ciascuno significa per noi avere la capacità di comprendere il cliente e le sue esigenze, in modo profondo, per conoscere la vera natura della persona e, dunque, il suo Stile Organico.
Il metodo studia la spinta e il volume dei capelli per creare forme e colori individuali e su misura per ogni cliente.
Il capello umano è a tutti gli effetti un materiale organico, lo stile più adatto si trova solo a patto che si prendano in considerazione tutti gli aspetti naturali dei capelli e della persona.
Vi starete chiedendo: Si, bello, ma di fatto cosa fate?

Lo stile organico nel taglio.

Focalizziamoci ad esempio sul Taglio.
Ciò che si impara attraverso i corsi è l’applicazione di tecniche di taglio “trigonometriche”, sistema che sfrutta la proiezione dei capelli verso l’esterno per creare le più svariate forme.
L’applicazione delle tecniche di taglio e la precisione nell’esecuzione danno buoni risultati , ma funzionano (a volte parzialmente) solo su un caso di testa ben preciso che abbia una direzione di crescita perfettamente omogenea, una certa forma ed una quantità/qualità di capelli che rientrino nella media.
Il nostro Stile Organico invece, sfrutta sì le regole del taglio per la costruzione delle forme, ma non perdendo mai di vista la Persona e quanto intende “comunicare” attraverso la scelta del suo stile e la nostra “materia prima”, i capelli.

Su di essi andremo a lavorare analizzandone la struttura e la loro naturale direzione, senza forzature, per poter personalizzare la tecnica al caso specifico e per facilitarne così la gestione giornaliera.
Rispettare i capelli ci permette di farceli amici: studiamo quindi il movimento di ogni ciocca tagliata per assicurarci che, una volta asciutta, vada nella direzione che vogliamo che prenda, ci assicuriamo l’armonia del flusso necessario tra mano e forbice per cesellare un taglio.

Lo stile organico nel colore.

Lo stile organico nei colori va oltre il gusto estetico.
Puoi desiderare o volerti vedere (o meglio “sentire”) di un altro colore rispetto a quello tuo naturale. La forza della nostra tecnica si esprime nella attenta conoscenza delle armo-cromie e delle discromie e nella visione olistica dello stile.
Richiede la capacità di riconoscere e posizionare le altezze e le profondità di tono e comprenderne l’effetto finale in affinità con lo stile del taglio e dei punti luce da sfruttare.
Liberare i capelli dalla sovrapposizione di colori precedenti e sfruttare i pigmenti ancora esistenti sono due temi decisivi per la nostra rivoluzionaria tecnica colore organico.
Creatività e individualità sono le regine dello STILE ORGANICO e, vedrete, ne sentiremo parlare molto in futuro!

Diritti Riservati. É vietata la riproduzione anche parziale del contenuto se non citando chiaramente la fonte.

Lo sappiamo, molto probabilmente in questo momento siete sdraiate sotto al sole a godervi gli ultimi giorni di vacanza e l’ultima scorta annuale di sole e salsedine.

Ma noi, da buoni hairstylist, teniamo sempre molto alla bellezza e alla salute della vostra chioma e vogliamo offrirvi alcuni preziosi consigli su come prendersi cura dei capelli dopo le vacanze.

Prima di riprendere la vostra routine, fermatevi un attimo e ascoltate il vostro corpo che “vi comunica” di cosa ha bisogno per una ripresa ottimale dei ritmi quotidiani.

Partiamo da un presupposto rassicurante: è assolutamente normale che cadano capelli in questa fase di cambio stagione.

Crescita, caduta e ricrescita dei capelli.

Questo è a tutti gli effetti un “ciclo vitale” del capello che si ripete circa 20 volte durante l’esistenza di un individuo, la cui durata è mediamente dai 2 ai 7 anni. Se la caduta rientra nel cosiddetto fenomeno di “ricambio” naturale non dovete allarmarvi.

Nel passaggio di stagione ad esempio assistiamo sia per gli uomini che per le donne al rinnovo fisiologico del capello e ad un’abbondante caduta. In questi mesi i capelli sono in fase chiamata telogen, ossia hanno terminano il ciclo di ricrescita, mentre i follicoli sono in procinto di produrne altri.

In genere quando il ricambio è dovuto alla stagionalità si perdono intorno ai 50/100 capelli al giorno, anche se questo conto non può essere preciso perché intervengono azioni particolari (l’uso della spazzola, lo shampoo) che magari accelerano e staccano alcuni capelli in più.

Cosa fare quindi per aiutare i capelli in questo periodo?

Come mantenere una chioma sana e brillante anche se il periodo non è tra i più facili per i nostri capelli?

I capelli rispecchiano il vostro stato di salute, quindi partendo dalla regola numero uno, e cioè vivere bene rispettando il vostro organismo, ci sono alcuni rimedi naturali e alcune accortezze che noi raccomandiamo.

Ecco le coccole che consigliamo per la protezione e la bellezza dei vostri capelli: 

  1. Tornare ad uno stile di vita sano e regolare, evitando di continuare con gli “eccessi” estivi, è sicuramente il primo passo… Bevete molta acqua e via libera a frutta e verdura di stagione.
  2. Fate un massaggio al cuoio capelluto ogni sera, prima di andare a letto: un buon massaggio al cuoio capelluto (simile a quello che spesso vi facciamo noi in salone) aiuta sia a rilassarvi che a stimolare la circolazione e rivitalizzare i follicoli. Usate gli alleati oli essenziali per frizionare delicatamente il cuoio capelluto. Il nostro consiglio è una miscela di oli rigorosamente biologici e di estratti vegetali atti a ripristinare l’equilibrio cutaneo e con azione biorivitalizzante.
  3. Lavate i capelli con shampoo adatti alla vostra cute è altrettanto importante. Vi starete chiedendo: ma come scegliere lo shampoo più adatto? Venite da noi e saremo lieti di offrirvi la nostra consulenza e, attraverso un’attenta diagnosi, sapremo indirizzarvi al miglior acquisto.
  4. Una buona prassi post vacanze è eliminare le doppie punte: se al tatto risultano molto spesse e aride, allora bisognerà dare una sforbiciata generosa così da rimuovere le ciocche non più sane. Potrebbe essere anche l’occasione giusta per cambiare look e rinnovare il taglio ed essere a passo con la moda dell’autunno!
  5. Evitate il phon troppo caldo e rinunciate a qualche piastra. Questo periodo i capelli sono più delicati e tendenzialmente più aridi. Le temperature della piastra mettono ulteriormente alla prova il vostro capello. Una piccola rinuncia e la vostra chioma vi ringrazierà!
  6. Non usate acqua troppo calda sui capelli. Si all’acqua tiepida durante lo shampoo e tendenzialmente fredda per eliminare il balsamo. In questo modo chiuderete le cuticole.
  7. Concedetevi un bel trattamento rigenerante in salone: oltre ad un taglio, vi consigliamo di agire con trattamenti detossinanti mirati per la vostra cute e per la tipologia dei capelli. In salone sapremo cosa fa al vostro caso!
  8. Per ogni chioma le sue attenzioni: in linea generale consigliamo di nutrire a fondo i capelli per aiutarli ad essere più forti, ma appena sarete da noi, sapremo consigliarvi prodotti mirati in base alla tipologia e allo stato dei capelli.

L’arrivo dell’autunno e la caduta dei capelli si possono affrontare in tutta serenità e senza grosso impatto per l’integrità della vostra chioma.

Importante è che non rimandiate un trattamento specifico e mirato e che non siate pigre!

I capelli hanno bisogno delle nostre coccole e delle vostre attenzioni quotidiane.

 Solo così manterrete una chioma a prova di autunno!

Il Team di Bross vi aspetta in salone per attenzioni mirate e tante coccole per la vostra chioma!

Siamo nel pieno dell’estate, la stagione dei divertimenti, del sole e del mare.

Sicuramente i nostri capelli non amano particolarmente questo clima così elevato e tanto meno l’esposizione al sole diretta e prolungata.

In estate infatti i nostri capelli rischiano di vivere sotto stress, mentre noi ce la spassiamo per le spiagge e passiamo più tempo possibile all’aria aperta!

Ma cosa succede ai nostri capelli quando li esponiamo al sole? Come reagiscono i nostri capelli a contatto l’acqua salata del mare o con il cloro della piscina?

La pelle e i capelli durante questo periodo hanno necessità di essere protetti, ma fra pelle e capelli, sono i capelli che necessitano maggiori cure e attenzioni in quanto non hanno capacità rigenerativa.

Incredibile vero?

In effetti se ci scottiamo la pelle al sole ce ne accorgiamo subito perché si arrossa e ci procura bruciore. I capelli invece manifestano la loro aridità, e tutti gli effetti annessi, dopo circa un paio di mesi quando diventano spenti e più difficili da gestire.

Ecco allora come prevenire questi effetti, evitando o proteggendoci dalle condizioni stressanti. 

  • Prima di esporsi al sole, in spiaggia o in piscina o durante una camminata in montagna, quando il sole è alto nel cielo, si possono utilizzare dei prodotti che prevengono danni ai capelli.
    In commercio ci sono varie tipologie di prodotti per la protezione dei capelli dai raggi uv. Si possono trovare nella classica formulazione oleosa o nella nuova versione in base cremosa, che abbina ai filtri solari le proprietà di una maschera senza risciacquo, migliorando subito l’idratazione e la pettinabilità appena fuori dall’acqua ed utilizzabile anche dopo lo shampoo e la maschera giornalieri.
    Non si può prescindere quindi dalla scelta del giusto shampoo e della giusta maschera, fondamentali per la cura ed il mantenimento di uno stato ottimale dei capelli e della loro idratazione.
    Noi di Bross, in quanto Salone Bio Etico, consigliamo prodotti solari 100% Vegan con formulazione al 96% di origine vegetale e che non contengono SLES, parabeni, petrolati, paraffine, allergeni del profumo, alcol e coloranti, in quanto ingredienti potenzialmente irritanti, che occludono i pori e che alla lunga inaridiscono i capelli e la cute. 
  • Durante l’esposizione al sole è bene utilizzare un cappellino di paglia: oltre a proteggere dai raggi diretti del sole, darà un tocco cool e di classe molto di moda nella stagione.
  • Dopo le vacanze quando è certo che i capelli non verranno più sottoposti a bagni di acqua salata, cloro ed esposizione solare, è di fondamentale importanza eliminare le tossine depositate sui capelli.

Per favorire l’eliminazione delle tossine, è possibile fare un trattamento peeling detossinante con preparati completamente naturali a base di argilla, erbe, noci micronizzate e blend di oli essenziali da coltivazioni biodinamiche. Questo tipo di trattamenti hanno la loro massima efficacia in correlazione alle fasi lunari. In questo modo si mantiene un terreno sempre costantemente igienizzato e libero da tossine. 

Con queste semplici mosse, si previene inoltre la caduta dei capelli che spesso avviene nel periodo post estivo.